sabato 14 dicembre 2013

Le follie senza glutine: Sacher di riso con cuore croccante

Sacher di riso con cuore croccante


Questa settimana ho deciso di stupire tutti i lettori che sono affetti da intolleranza al glutine ma anche  più golosi che vogliono una idea differente per il dolce della domenica. La Sacher, dolce tipico viennese soffice e cioccolatoso, viene oggi declinato in una sfiziosa variante che presenta due caratteristiche portentose: la mancanza di glutine e un croccante cuore di cioccolato!

Con questa ricetta partecipiamo al contest Comfort food di La cucina delle streghe!!!

Difficoltà ****    Costo ***   Tempo di preparazione 30'
Tempo di cottura 35'

Ingredienti (per una teglia da 24 cm di diametro) 

  • 200 g di farina di riso
  • 180 g di zucchero
  • 90 g di cacao amaro in polvere
  • 120 g di burro morbido
  • 1 bustina di lievito
  • 3 uova
  • latte q.b. 
  • 1 pizzico di sale
  • Glassa pane angeli o cioccolato da fondere (100g)
  • Confettura di pesche
  • Cacao zuccherato per decorare


Preparazione

La prima cosa da fare è scaldare il forno a 200 gradi, essendo che la torta cuoce a 180 nel forno venitlato, la velocità di praparazione ci permette di giocare in velocità col riscaldamento del forno.
Secondo passaggio è iniziare a lavorare il burro montandolo bene a crema con lo zucchero, poco per volta, e a lato preparare intanto la farina con il cacao e il lievito in un unico recipiente mescolando infine per confondere gli ingredienti. 
Secondariamente aggiungere le uova al composto di burro e poi il sale (e chi vuole del rum), infine poco alla volta versare il composto di farina cacao e lievito fino ad esaurirlo: se il composto risultarà un poco denso, aggiungere il latte (a me è servito mezzo bichiere) il tutto dipende dalla consistenza! Troppo duro non lievita, troppo morbido (e in caso aggiungere farina e cacao in pari peso) non sa di nulla.
Non vi resta che abbassare la temperatura a 180 gradi e cuocere nella parte bassa del forno per 35-40 minuti. Non rilassatevi troppo, poi viene il bello. Appena cotta la torta dovete estrarla, assaporarne l'odore, e tagliarla a metà: state attenti perchè è moooolto friabile la parte superiore(unico punto a favore della farina di riso) a differenza di quella inferiore. Potere inoltre tagliarla due volte se è abbastanza alta e non si rompe.

Le tecniche sono ora due: per i più sicuri in cucina è arrivato il momento di creare un disco di cioccolato. Fate sciogliere il cioccolato a bagno maria e utilizzate uno stampo sulla carta da forno per crare un disco che finirà dritto in frigorifero e venire estratto dopo il rafreddamento. per i più insicuri o per chi non vuole sorprese fare come ho fatto io la prima volta cioè prendere la parte inferiore della torta (io ho usato quella superiore ribaltata) e apporvi sopra direttamente la glassa della Pane Angeli, seguendo le facili istruzioni (ammorbidirla in acqua bollente e lavorarla a mano...)

Nel primo caso prendete la parte inferiore, ponetevi sopra il disco e sopra ancora 250 g di confettura di pesche, ponendo infine il secondo disco. Nel secondo caso porre sopra lo strato inferiore la confettura e poi il disco rimanente. In entrambi i casi io ho posto sopra la marmellata un cucchiaio di rum, davvero ottimo!!!

Non vi resta che decorare la parte superiore del dolce con il cacao zuccherato e servirla con dell'ottimo Moscato d'Asti!











Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...